Personaggi

Fiorello La Guardia

Fiorello Henry La Guardia, nato Fiorello Enrico La Guardia (New York11 dicembre 1882 – New York20 settembre 1947), è stato un politico statunitense italoamericano. Era chiamato amichevolmente "the Little Flower", sia come traduzione inglese del suo nome che in riferimento alla sua bassa statura.

Biografia

Nacque a New York l'11 dicembre 1882 da Achille La Guardia, un immigrato italiano originario di Cerignola (in provincia di Foggia) e di religione cattolica[2] (la scritturaLaGuardia è tipica degli italiani emigrati negli Stati Uniti), capo della banda musicale dell'esercito degli USA, e di Irene Coen Luzzatto, un'ebrea italiana originaria diTrieste, nipote per ramo materno di Samuel David Luzzatto. All'età di nove anni, il piccolo LaGuardia va a vivere in una base militare in Arizona.

Nel 1898 la famiglia si trasferisce nella casa materna di Trieste, nell'allora Impero austro-ungarico, e LaGuardia trova il suo primo lavoro presso i consolati statunitensi diBudapestTrieste e Fiume nel periodo 1901-1906. Molti europei emigrano negli Stati Uniti partendo proprio dai porti di Trieste e Fiume così quando nel 1906 LaGuardia torna a New York parla correntemente sette lingue (ingleseitalianoungheresefrancesetedescoebraicoyiddish).

A New York lavora come interprete per il Servizio Immigrazione a Ellis Island e nel frattempo studia legge alla New York University. Nel 1910 inizia a esercitare la professione legale e nel 1915 diventa Assistente Procuratore Generale di New York. Nel 1916 diventa il primo italo-americano a essere eletto al Congresso degli Stati Uniti come rappresentante del Lower East Side di Manhattan per il partito repubblicano.

Durante la prima guerra mondiale, tra il 1917 e il 1919, si arruola nell'American Expeditionary Force (AEF) (poi US Army Air Service) con il grado di tenente. Diviene il comandante dei piloti statunitensi addestrati e di stanza in Italia, arrivando fino al grado di maggiore. I piloti statunitensi in Italia erano inquadrati all'interno dei reparti da bombardamento italiani sul fronte austriaco. Tali reparti erano equipaggiati con i trimotori Caproni, tipicamente Ca.33 e Ca.44/Ca.45, dei quali anche lo stesso LaGuardia fu un estimatore. Insieme a Pietro Negrotto attraversa le linee nemiche e bombarda l'Austria. Il successo dell'impresa viene amplificato dai giornali e riceve un invito ad un ricevimento dal Re dove incontra anche Gabriele D'Annunzio.

Al termine del conflitto viene rieletto per cinque mandati consecutivi come rappresentante del collegio italiano ed ebraico di East Harlem. Critica il presidente Hoover per la sua incapacità di affrontare la depressione del 1929 e si oppone apertamente al proibizionismo degli alcolici.

Nel 1938 promuove uno studio approfondito sugli effetti del fumo di marijuana, dal momento che in quegli anni il Federal Bureau of Narcotics diretto da Harry Anslingercon un'aspra campagna giornalistica contro la canapa indiana aveva portato alla proibizione della stessa con il Marijuana Tax Act, e nel 1944 pubblica il Rapporto La Guardia.

Durante la seconda guerra mondiale tenne un atteggiamento estremamente deciso contro Hitler e Mussolini. Sua sorella che viveva in Europa fu arrestata assieme al marito ed identificata come sorella di Fiorello venne internata a Buchenwald per essere usata come scambio. Fiorello, fedele al suo atteggiamento integerrimo, si oppose; quando venne liberata lei non ebbe nessun rancore e fu sempre orgogliosa di suo fratello.

Sindaco di New York

Nel novembre 1933, presentandosi come candidato di opposizione a Tammany Hall (il Partito Democratico di New York), viene eletto sindaco da una coalizione composta dai repubblicani e dal Partito Americano del Lavoro per il primo di tre mandati consecutivi e promuove la ripresa economica, incoraggiando i lavori pubblici, la politica sociale e aumentando i servizi pubblici.

Nei dodici anni seguenti si guadagna la fama di onesto ed efficiente amministratore. Attacca duramente il fascismo ed il nazismo americani; e quando i nazisti gli appioppano l'etichetta di sindaco ebreo di New York, risponde spiritosamente: "Non avevo mai creduto di avere abbastanza sangue ebraico nelle vene da giustificare il fatto di potermene vantare".

Negli anni 1930, per combattere le organizzazioni criminali, vuole illegalizzare i pinball (Flipper); dopo 6 anni una corte del Bronx classifica quelle macchine come gioco d'azzardo e le rende illegali: in meno di tre settimane il New York Police Department confisca e distrugge più di 3000 Flipper. La Guardia dona i rottami di metallo al governo per supportare la guerra degli U.S. contro i nazisti tedeschi.[senza fonte]

Nel 1939 istituisce una commissione medica sull'uso della marijuana che, in contrasto con le leggi USA, dimostra come l'uso di tale sostanza non provochi alcun danno fisico o mentale. Tale studio, condotto dalla New York Academy of Medicine, rimane a tuttora una delle poche ricerche mediche ufficiali a favore dell'uso di questa sostanza. Nell'agosto del 1940, mentre la guerra si profila all'orizzonte, Roosevelt pensa a La Guardia come ministro della guerra, ma poi lo nomina presidente della parte americana del Defense Board americano-canadese. Nel febbraio del 1943 La Guardia ritiene sia suo dovere chiedere a Roosevelt di poter tornare in servizio attivo nelle Forze Armate col grado di generale di brigata, ma il Presidente respinge la richiesta, considerando fondamentale l'appoggio che riceve da La Guardia come sindaco, soprattutto per tutta la rete di relazioni certe ed affidabili, al di sopra dei partiti che La Guardia gli mette a disposizione. I due infatti pur essendo completamente diversi si appoggiano reciprocamente.

Nel maggio del 1945 annuncia che non si candiderà per un quarto mandato; prima di ritirarsi legge alla radio i fumetti ai ragazzi di New York durante uno sciopero dei giornali. Nel 1946 il Presidente Truman, lo nomina Direttore dell'UNRRA (United Nations Relief and Rehabilitation Administration). Il 1º giugno 1947 viene reso operativo il "Fiorello LaGuardia Airport", secondo aeroporto di New York che gli viene dedicato per l'importanza che egli ha avuto nella città. Muore di cancro il 20 settembre 1947.

 

(Fonte: Wikipedia)